U.O.C. Formazione, Ricerca e Cooperazione Internazionale

formazione e centro di biotecnologie
INFORMAZIONI DI CONTATTO:
biotecnologie@aocardarelli.it
tel. 081.7472037 - 3433 

DIRIGENTI:
dott.ssa ADELE BRACCO - Biologo - adele.braco@aocardarelli.it
dott. ANTONIO MANCINI - Farmacista - antonio.mancini@aocardarelli.it
 
PERSONALE AMMINISTRATIVO:
Patrizio  Esposito - patrizio.esposito@aocardarelli.it - tel. 081.7473433
 
PERSONALE SANITARIO:
Filomena Piccolo                CPSI -  Tel. 081.7473433 - filomena.piccolo@aocardarelli.it
Anna Tagliaferri                  CPSI -  Tel. 081.7473433 - anna.tagliaferri@aocardarelli.it
 
 
ALTRO PERSONALE:
Eva di Maro: Medico/Chirurgo Veterinario
 
COME RAGGIUNGERCI:
La struttura è ubicata nel padiglione X mappa X

BREVE DESCRIZIONE DELLE ATTIVITA' SVOLTE, CON ALLEGATI PER APPROFONDIMENTI.

L’unità è un hub lab che svolge attività in molteplici aree: Ricerca & Sperimentazione, Educazione & Formazione, Cooperazione Internazionale.
L’unità dispone di due stabulari autorizzati rispettivamente per piccoli animali (topi e ratti) e per animali di taglia media (lagomorfi e suini).

RICERCA E SPERIMENTAZIONE
All’interno dell’unità vi sono laboratori di ricerca clinica e sperimentale a servizio di una realtà ospedaliera altamente specializzata: le attività sperimentali si interfacciano costantemente con le esigenze cliniche, dando luogo ad una realtà in continua evoluzione.
I principali progetti in corso sono in collaborazione con:

 

                                  

                                   

L’unità effettua anche attività ‘conto terzi’: prestazione, disciplinata da apposito regolamento, attraverso la quale mette a disposizione a titolo oneroso le proprie conoscenze scientifiche, tecnologiche e professionali presenti al suo interno, affinché possano essere svolte, nell'interesse del committente, attività di ricerca, di consulenza progettuale, di formazione e di laboratorio. Tale attività è svolta per conto di soggetti pubblici o privati nel rispetto del metodo e delle finalità scientifiche. L’attività conto terzi è progressivamente cresciuta negli ultimi anni: si è in grado di offrire una vasta gamma di “prodotti”, costituendo, grazie a strutture e know-how un ottimo supporto per ricercatori e aziende, generalmente in forma congiunta, che avvertano l’esigenza di esternalizzare parti della ricerca, dell’innovazione e della formazione.

L’attività conto terzi è progressivamente cresciuta negli ultimi anni: oggi l’Unità è in grado di offrire una vasta gamma di “prodotti”, costituendo, grazie alle strutture e al know-how di cui é dotato, un ottimo supporto per ricercatori e aziende che avvertono l’esigenza di esternalizzare parti della ricerca e dell’innovazione.

AMBITI di ATTIVITA’
Sviluppo e validazione di strategie cliniche terapeutiche innovative per la cura e la prevenzione di patologie umane;
Progettazione di processi innovativi (metodologie, dispositivi e apparecchiature) nel settore biomedicale e della diagnostica molecolare;
Sviluppo di strategie terapeutiche molecolari per patologie infiammatorie, neoplastiche, cardiovascolari e neurodegenerative;
Sviluppo di modelli cellulari ed animali per lo studio di patologie umane;
Sviluppo di prodotti e processi innovativi di interesse industriale per la salute dell’uomo, basati anche su strategie di cell factories.
Qualora la commessa richieda l’uso di animali, essa viene valutata dall’Organismo preposto al Benessere Animale; successivamente il progetto viene inoltrato agli organi ministeriali competenti ed, in seguito alla approvazione, può iniziare l’attività. In considerazione delle specificità e delle esigenze del progetto, altre figure professionali dell’AORN Cardarelli possono afferire al Centro.

FORMAZIONE AZIENDALE
Dal 2002, con l’istituzione di un programma nazionale di attività formative, denominato ECM (Educazione Continua in Medicina), si è stabilito che il personale sanitario ha l’obbligo di frequentare corsi di formazione accreditati e conseguire un numero di crediti formativi prestabilito per ciascun anno solare.
L’AORN “A. Cardarelli” dal 03/06/2013 ha acquisito il ruolo di provider della Regione Campania (con numero identificativo “ID” n. 16) per poter offrire tali corsi di aggiornamento professionale accreditati al proprio personale.
I rapidi sviluppi della medicina, in termini di conoscenze e tecnologie, hanno reso e rendono l’ECM uno strumento necessario per restare al passo con tali cambiamenti e aggiornare le competenze individuali. Analizzando dunque le esigenze espresse dal personale e coniugandole agli obiettivi strategici in linea con quelli regionali, l’Azienda Ospedaliera, attraverso questa UOSD, pianifica ed eroga progetti formativi aziendali ed eventi residenziali allo scopo di mantenere un elevato aggiornamento professionale dei propri dipendenti.
In calce a questa pagina è possibile scaricare il Regolamento Aziendale della Formazione Aziendale ed il Piano di Formazione Aziendale 2017.

ATTIVITA’ DI FORMAZIONE CONTO TERZI
Le attività di formazione sono iniziate nel 1991 con il primo corso teorico-pratico in Microchirurgia Sperimentale indirizzato a specialisti della Chirurgia Generale.
Negli anni le attività formative, inizialmente dirette al personale dell'Ospedale Cardarelli, sono progressivamente aumentate, estendendo la collaborazione a istituzioni pubbliche, private e società scientifiche e sviluppando stretti rapporti con la ricerca e la sperimentazione attraverso l'autorizzazione ottenuta dal Ministero della Sanità per l'utilizzo di animali.
La Formazione teorica è integrata dalle numerose facility chirurgiche e microchirurgiche così composte: tre sale operatorie (di cui una dedicata alla chirurgia robotica dotata di un robot Da Vinci Intuitive), una sala microchirurgica e per il dry lab,e 2 animal facilities (una per animali di piccole dimensioni ed una per animali di grandi dimensioni) si trovano al piano terra e sono dotate di 21 microscopi operatori tra cui 5 su tavola e 16 su stand, 6 postazioni di lavoro chirurgiche, 7 postazioni di lavoro laparoscopiche, 1 C-Arm e una nuova Tac per animali di medie dimensioni.
La disponibilità di questi strumenti ha reso possibile anche la sperimentazione di nuove tecniche chirurgiche permettendo di migliorare i corsi di istruzione e formazione.
Nel 1993 l’unità ha ottenuto l'autorizzazione per l'utilizzo di animali da parte del Ministero della Sanità, per la realizzazione di corsi di Chirurgia Generale, Videolaparoscopia, Videotoracoscopia e per le seguenti discipline: Ginecologia, Epatologia, Urologia, Neuroradiologia, Chirurgia Pediatrica, Chirurgia vascolare, Neurochirurgia attraverso l'utilizzo di modelli in vivo (topo, ratto, coniglio e suino) ed ex vivo.
La sperimentazione animale è sotto il controllo del comitato etico (O.P.B.A. – Organismo Preposto al Benessere Animale), che ha la responsabilità di valutare e autorizzare i progetti sperimentali.
Le attività con i preparati anatomici sono iniziate nel 2007 con il primo corso sull'approccio al basicranio e alla colonna vertebrale e sono incrementate negli anni fino a raggiungere i 10 corsi nel 2016.
Due sale multimediali e una sala conferenze, collocate al secondo piano e dotate di strumenti multimediali e tecnologici, sono utilizzate per l'implementazione di corsi, riunioni, conferenze e training frontali.

COOPERAZIONE INTERNAZIONALE
L’unità svolge attività di coordinamento della Cooperazione Internazionale in ambito sanitario intrapresa dall’Azienda Cardarelli dal 2001, grazie ai contatti con l’Ospedale Charles Nicolle di Tunisi con il quale, in attuazione della legge n. 212 del 26 febbraio 1992, ha realizzato il progetto di "Collaborazione Scientifica per Discipline Medico-Chirurgiche e di Economia Sanitaria". Il principio che è alla base dei progetti di cooperazione internazionale è quello della “Formazione dei Formatori”: il termine “formatori” definisce gli operatori coinvolti nel percorso formativo con funzioni di docenza, supervisione e coordinamento, oltre che i professionisti impegnati nell’attività didattica di disseminazione sul territorio dopo essere stati loro stessi, “discenti” dei corsi.
Il format proposto prevede l’integrazione di fasi di formazione residenziale - da svolgersi in Italia presso il Centro, e, in base alle risorse economiche disponibili e alla valutazione delle condizioni di sicurezza, presso i centri mirror all’estero - con fasi di formazione a distanza (F.A.D.), fruibile attraverso una piattaforma e-learning dedicata, che offre l’opportunità di protrarre lo scambio di know-how e informazioni, anche oltre il vincolo temporale stabilito dai limiti progettuali.
È ampio il ventaglio delle discipline oggetto della formazione, che riguardano non soltanto l’ambito clinico, chirurgico e microchirurgico, ma anche il controllo di gestione e l’ingegneria per la sanità.
La proposta formativa è, di volta in volta, calibrata sui fabbisogni specifici del contesto di riferimento, ed in considerazione della convergenza d’interessi e d’intenti emersa dal confronto delle rispettive esperienze nell’ambito della formazione, della ricerca e delle attività clinico-chirurgiche.
L’unità svolge attività di coordinamento della Cooperazione Internazionale in ambito sanitario intrapresa dall’Azienda Cardarelli dal 2001, grazie ai contatti con l’Ospedale Charles Nicolle di Tunisi con il quale, in attuazione della legge n. 212 del 26 febbraio 1992, ha realizzato il progetto di "Collaborazione Scientifica per Discipline Medico-Chirurgiche e di Economia Sanitaria".
Il primo progetto realizzato: "Collaborazione Scientifica per Discipline Medico-Chirurgiche e di Economia Sanitaria"è stato approvato e finanziato nel marzo 2004, dal Ministero degli Affari Esteri italiano - Direzione Generale Mediterraneo e Medio Oriente e si è concluso il 30 giugno 2007.
Dal 2006 l’Ospedale ha elaborato ulteriori idee progettuali di cooperazione internazionale sulla scorta dei molteplici contatti intrapresi con istituzioni, organi diplomatici e strutture sanitarie di numerosi paesi (Afghanistan, Uganda, Palestina, Libano, Libia) ed è stato individuato dalla Regione Campania quale soggetto responsabile per il progetto Surgiland - Progetto di alta formazione in chirurgia mini-invasiva e chirurgia sperimentale rivolto ai Paesi del Maghreb, finanziato con fondi FAS, nell’ambito del Programma di Sostegno alla Cooperazione Regionale, Linea di intervento 2.5 Sanità e Welfare.
Nel 2007 ha avviato un progetto di cooperazione con le strutture sanitarie della Repubblica di Guinea Conakry, grazie ad un finanziamento FOGUIRED (Fondo Italo-Guineano per la Riconversione del Debito), svolto sia Napoli (2008 - 2009).
In virtù delle importanti ricadute prodotte in termini di conoscenza e scambio di informazioni e del miglioramento della qualità delle prestazioni sanitarie e dei risultati della ricerca scientifica, l’attività di cooperazione internazionale è stata riconosciuta quale attività di particolare rilevanza dell’Ospedale (delibera n.1640 del 15 dicembre 2006)

Progetto Italia - Angola: In collaborazione con AIIA - Associazione Industriale Italia Angola e ONAIEPE, l'ospedale Cardarelli è in procinto di iniziare un nuovo progetto relativo alla "formazione dei formatori" per le seguenti discipline: chirurgia d'urgenza e medicina, pediatria, ginecologia e ostetricia.
La formazione sarà indirizzata ai chirurghi e agli infermieri angolani e coinvolgerà personale medico e amministrativo dell'ospedale Cardarelli.
Anche in questo caso, come per le precedenti esperienze di Cooperazione Internazionale, il progetto sarà suddiviso in tre fasi: una fase di apprendimento a distanza (FAD), una fase di formazione "on the job" in Italia presso l'UOSD Formazione e Ricerca Biotecnologica ed un'ultima fase che si svolgerà a Luanda.

Iran: La prima edizione dell' Iran - Italy Science, Technology and Innovation Forum, organizzata dalla Fondazione Idis Città della Scienza, si è svolta a Teheran il 19-20 Aprile 2017.
Gli obiettivi principali dell'evento sono stati la promozione delle "eccellenze" in ambito scientifico e tecnologico dei due Paesi, la condivisione e il dialogo bilaterale tra centri di ricerca ed imprese ad alta tecnologia, la cooperazione tra soggetti che sviluppano innovazione.
L'UOSD Formazione e Ricerca Biotecnologica ha contribuito attraverso una relazione nella sezione denominata "Tecnologie sanitarie, biotecnologia e biomedicina".

Beirut: Il "First Global Conflict Medicine Congress - MEMA" promosso dall'American University of Beirut, si è svolto in Libano dal 11-14 Maggio 2017. La Medicina di Conflitto è dedicata allo studio del rapporto tra conflitto e salute, con particolare attenzione alle patologie e alle manifestazioni sociali e psicologiche delle ferite da guerra.
L’Azienda Cardarelli è stata invitata a presentare ai partecipanti del convegno i risultati del Progetto Surgiland e in particolare lo sviluppo delle attività di Microchirurgia nel Nord Africa, realizzate attraverso il programma di Cooperazione Internazionale.
IMSS: Da maggio 2014, l'International Microsurgery Simulation Society (IMSS) in accordo con la "Bart and the London – School of Medicine and Dentistry – Queen Mary University" di Londra ha individuato l'UOSD Formazione e Ricerca Biotecnologica come sede dei propri corsi.
Annualmente vengono svolti corsi di Microchirurgia di base ed avanzata indirizzati a partecipanti provenienti dall'Italia e dall'estero.

LA UOC FORNISCE LE SEGUENTI PRESTAZIONI:


 

Allegati
P.A.F. PIANO ANNUALE DELLA FORMAZIONE AREA SANITARIA ANNO 2017 Download
REGOLAMENTO FORMAZIONE AZIENDALE TRIENNIO 2011-2013 Download